Sismica a Rifrazione
homeServizi geofisiciSismica a Rifrazione

Servizi geofisici

Sismica a Rifrazione


Il rilievo sismico a rifrazione in onde P ed S è un metodo di indagine basato sulla misura dei tempi di percorso che le onde elastiche, generate nel terreno in un punto-sorgente, impiegano per raggiungere i ricevitori (geofoni) disposti sulla superficie del terreno ed allineati con il punto di energizzazione. La distanza tra i geofoni e quella del punto di energizzazione sono scelte in base allo spessore ed ai tipi di materiale che si vogliono indagare. 

Con i tempi di percorso rilevati mediante i geofoni e le distanze degli stessi dai punti di energizzazione si tracciano dei diagrammi tempi-distanze (dromocrone) che permettono di calcolare sia la velocità di propagazione delle onde, sia la profondità e lo spessore dei terreni che sono stati attraversati dalle onde sismiche.

L'interpretazione delle dromocrone consente di ricavare delle sezioni sismiche che schematizzano la distribuzione della velocità in funzione della profondità.

1. Strumentazione per indagini di sismica: Acquisitore digitale Ambrogeo ECHO12-24 a 24 canali 
con serie di geofoni da 4.5, 10, 14 Hz anche in catene; cavi di collegamento con passo 5 metri; sistemi di energizzazione con martello, esplosivo, fucile sismico, fucile sismico da foro; 
energizzazione con esplosivo. 


Acquisizione onde Vp e Vs con tecnica classica, tomografica ed in attenuazione sismica.

Software dedicato per processamento e interpretazione dati con software Seis-Opt-Pro V.5
 
Obiettivi e target raggiunti con questa tecnica:
· Calcolo Vs 30; Parametri dinamici di calcolo: Modulo di taglio, Young, Bulk, Lamè.
· Risposta sismica locale.
· Fattore di amplificazione del terreno.
· Frequenza di risonanza.        

Dal 2016, lo Studio Geodelta si è dotato di un ulteriore Acquisitore digitale Ambrogeo ECHO48/2014 a 24 bit con possibilità da 24 fino a 96 canali di acquisizione.